Share this on Facebook, Twitter, ...

Che cosa sono i token non fungibili (NFT)?

Gli NFT, o token non fungibili, hanno numerosi campi di applicazione: giochi, arte, e persino agricoltura. Ma cosa sono esattamente?

Un NFT (non-fungible token) è uno speciale token generato crittograficamente che utilizza la tecnologia blockchain (come i Bitcoin) per venire correlato a un asset digitale unico, che non può essere replicato (di cui non si possono fare copie).

I token non fungibili differiscono dalle criptovalute popolari come Ether (ETH), Bitcoin (BTC) e Monero (XMR), che sono fungibili; ad esempio, puoi scambiare un Bitcoin con qualsiasi altro Bitcoin.

Che cos’è la fungibilità?

La fungibilità si riferisce alla capacità di un bene di essere scambiato con un bene simile, senza sacrificarne il valore. La fungibilità definisce anche le caratteristiche di un bene, come divisibilità e valore. Ad esempio, una banconota da 10 euro è identica a un’altra banconota da 10 euro in termini di valore. Pertanto, quando prendi in prestito una banconota da 10 euro da qualcuno, non devi restituire la stessa identica banconota, poiché un’altra banconota da 10 euro ha lo stesso identico valore. Anche nel settore delle criptovalute, un Bitcoin ha lo stesso valore di un qualsiasi altro Bitcoin.

Tuttavia, il gioco cambia con i token non fungibili. Un token crittografico NFT ha un valore distinto da qualsiasi altro token simile. Le caratteristiche individuali determinano la loro unicità, quindi non sono fungibili, proprio come i beni del mondo reale come pietre preziose, opere d’arte e oggetti di lusso da collezione.

Il collezionismo

Gli NFT portano una rivoluzione nel mondo del collezionismo, permettendo di identificare come uniche anche opere digitali che, fino ad ora, erano riproducibili all’infinito per definizione. Gli artisti di arte digitale hanno adottato token non fungibili per creare opere d’arte NFT uniche e di cui l’autenticità è garantita, proprio come un’opera d’arte “fisica” di un famoso pittore o scultore.

I dati di CryptoArt – una piattaforma di analisi incentrata sulle criptovalute – indicano che il volume totale di opere d’arte basate su NFT ha raggiunto gli 8,2 milioni di dollari nell’ultimo mese del 2020. Si tratta di un aumento significativo, considerando che il volume era di soli 2,6 milioni di dollari, un mese prima.

A ottobre 2020, un designer di opere d’arte NFT ha venduto la propria opera per 131.250 dollari, uno dei valori più alti ottenuti da un oggetto digitale NFT. Due mesi dopo, una collezione di opere d’arte NFT è passata di mano per 777.777,78 dollari.

Tutto ciò è una ulteriore applicazione della tecnologia blockchain, la stessa che permette il funzionamento delle criptovalute come i Bitcoin e che sta davvero per cambiare il mondo, offrendo possibilità di business immense a che sa padroneggiarla. Qui di seguito alcuni testi per capire come sfruttare questa nuova possibilità.


Share this on Facebook, Twitter, ...
Available for Amazon Prime